CONVEGNO INTERNAZIONALE PROGETTI PER LA GRANDE VILLA ADRIANA DESIGNING THE UNESCO BUFFER ZONE

24_25 GIUGNO 2019 Aula Rogers e Galleria del Progetto | Politecnico di Milano

LUNEDÌ 24 GIUGNO

Ore 9,30 – SALUTI

Gabriele PASQUI, Direttore Dipartimento DASTU – PoliMi, Ilaria VALENTE, Preside Scuola AUIC – PoliMi, Emilio FAROLDI, Prorettore Politecnico di Milano, Pierfranco GALLIANI, Presidente Sezione Progettazione Architettonica –  PoliMi, Luca BASSO PERESSUT, Direttore Piranesi Prix de Rome, Romolo MARTEMUCCI, Presidente Emerito Accademia Adrianea

Ore 10,00_13,00 – PRIMA SESSIONE

Architettura e Museografia per l’Archeologia.

Il contributo del Piranesi Prix de Rome alla ricerca scientifica e alla formazione [2003 – 2018]

Introduce e conduce Pier Federico CALIARI, PoliMi – Politecnico di Milano – Accademia Adrianea

Intervengono

Ignacio BOSCH, ETSAV – UPV Valencia

Luca ORLANDI, Özyeğin University Istanbul

Filippo FANTINI, UniBo – Università Alma Mater Studiorum

Fabio FABBRIZZI, UniFi – Università di Firenze – DIDA

Francesco NOVELLI, PoliTo – Politecnico di Torino – DAD

Valerio TOLVE, PoliMi – Politecnico di Milano – AUIC

Francesco Saverio FERA, UniBo – Università Alma Mater Studiorum

Renato CAPOZZI, UniNa – Università Federico II Napoli – DIARC

Romolo OTTAVIANI, Uniroma1 – Università Sapienza di Roma

Francesco LEONI, PoliMi – Politecnico di Milano – AUIC

Ore 14,30_17,30 – SECONDA SESSIONE

Presentazione del volume

Piranesi Prix de Rome. Progetti per la Grande Villa Adriana

Introduce e conduce Luca BASSO PERESSUT, PoliMi – Politecnico di Milano

Intervengono

Andrea BRUCIATI, MIBAC – Istituto Villa Adriana – Villa D’Este

Angela Maria FERRONI, Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Uff. UNESCO

Franco PURINI, Università La Sapienza di Roma

Luigi FRANCIOSINI, Università di Roma Tre – Dipartimento di Architettura

Benedetta ADEMBRI, MIBAC – Istituto Villa Adriana – Villa D’Este

Alessandro ROCCA, PoliMi – Politecnico di Milano – DASTU

Ernesto D’ALFONSO, PoliMi – Politecnico di Milano

Pierluigi PANZA, Ananke Rivista; PoliMi – Politecnico di Milano – ABC

Carmen ANDRIANI, UniGe – Università di Genova – DAD

Ore 18,00 – INAUGURAZIONE MOSTRA

Ore 20,00 – CENA SOCIALE

MARTEDÌ 25 GIUGNO

Ore 9,00 – SALUTI

Presentazione dei progetti partecipanti alla Call Internazionale per la riqualificazione della Buffer Zone di Villa Adriana

Ore 9,30_11,30 – PRIMA SESSIONE

Introduce e conduce Pier Federico CALIARI, PoliMi, Acc. Adrianea

Fabio FABBRIZZI + Andrea RICCI, Università di Firenze – DIDA

Paola MISINO + Susanna FERRINI + Romolo OTTAVIANI, Università G. D’Annunzio, Chieti- Pescara

Piero POGGIOLI, Massimo BELLOTTI, PoliMi – AUIC – ABC

Carlo GANDOLFI + Martina Elena LANDSBERGER, PoliMi – AUIC – ABC

Riccardo D’AQUINO + Gioia BARCHIESI GHENZI, Uniroma1_

LA SAPIENZA – SSBAP

Oana DIACONESCU + Daniel ARMENCIU, UAUIM-Bucarest

Ore 11,50_13,20 – SECONDA SESSIONE

Introduce e conduce Carola Gentilini, Accademia Adrianea

Francesco Saverio FERA + Sandro PITTINI, UniBo – Dipartimento di Architettura

Marco BIRAGHI + Pasquale MEI + Filippo ORSINI + Andrea ARCIDIACONO, PoliMi – AUIC – DASTU

Francesco COLLOTTI + Ferruccio IZZO, UniNa – DIARC; UniFi – DIDA

Valeria PEZZA + Renato CAPOZZI + Federica VISCONTI + Camillo ORFEO, UniNa – DIARC

Antonio CONTE + Marianna CALIA, Nicola MARZOT, UNIBAS-DiCEM con POLIBA-DICAR e UNIFE-DA

Ore 14,30_17,30 – TERZA SESSIONE

Introduce e conduce Romolo Martemucci, Pantheon Institute Roma – Accademia Adrianea

Carmen ANDRIANI + Valter SCELSI, UniGe – DAD

Angelo TORRICELLI + Giovanni COMI + Gianluca SORTINO, PoliMi – AUIC – ABC

Valerio TOLVE + Alice BOTTELLI + Alessandro RAFFA + Arnaldo ARNALDI, PoliMi – AUIC – DASTU – ABC

Paolo MELLANO + Carla BARTOLOZZI + Mauro BERTA + Emanuele ROMEO + Francesco NOVELLI, + Massimo CROTTI, PoliTo – DAD

Maddalena FERRETTI + Francesco LEONI, UNIVPM con LEIBNIZ UNIHANNOVER

Barbara BOGONI + Angelo LORENZI, PoliMi – Polo Territoriale Mantova – AUIC – DASTU – ABC

Ore 18,00 – CONCLUSIONI

Conclude Luca BASSO PERESSUT (eventuali interventi dal parterre)

PREMIO PAOLA MATTIOLI

Cerimonia di premiazione

16.03.2019 ad ore 18.00 presso Liceo Classico Quirino Visconti Piazza del Collegio Romani 1 I Roma  

L’Accademia Adrianea di Architettura e Archeologia Onlus promuove e organizza la prima edizione del PREMIO PAOLA MATTIOLI, riservato agli studenti iscritti al Master Itinerante in “Architettura e Museografia per l’Archeologia. Progettazione strategica e gestione innovativa del patrimonio archeologico”, e strettamente legato al sito dell’Acropoli di Atene e le sue adiacenze.
La partecipazione al Premio Paola Mattioli prevede uno sviluppo progettuale i cui contenuti costituiscono nel loro insieme la tesi finale del Corso di Master di cui all’articolo precedente, da discutere a Roma al termine del percorso formativo, in data 16 Marzo 2019.
Al Premio Paola Mattioli possono partecipare tutti gli studenti iscritti al Corso di Master suddetto, che desiderano confrontarsi con i temi della grande bellezza, dell’identità culturale classica e della valorizzazione del patrimonio architettonico, artistico e archeologico. Che desiderano cioè, unire e fondere valori estetici e morali in una prospettiva ispirata ad una visione alta e panottica del ruolo sociale dell’architettura e del compito professionale dell’architetto nelle sue diverse declinazioni. Lo stesso desiderio che animava il sentire e le aspirazioni di Paola Mattioli.
Paola Mattioli#premiopaolamattioli

Scarica il bando

SPECIALE ANANKE n.84

XIX secoli a Villa Adriana
Interferenze e folgorazioni iconiche (118 – 2018)

Dedicato alla giovane amica Paola Mattioli, che ha profondamente sentito questi luoghi, a cui tanto ha dato…

Numero 84

There is an in-depth relay of interpreters who, from Piranesi to Le Corbusier, searched and exalted the subli-me ars combinatoria that interprets, scans and exalts the vertiginous planimetric scraps realized by Hadrian’s disquiet. Today, after a great solitary Teacher of the “past as a friend” (Aldo Rossi), promptly after another fifty years, another fascinated post-antique like Pier Federico Caliari arrives, to research on the secret of the geometry of the Villa, actively entrenching his new summer Academy of field design: the latter is exciting new generations of students from all over the world, in the name of the presence and the perennial validity of the ancient. This special issue of ‘ANANKE is intended to encourage and follow it in all its positive developments.

Marco Dezzi Bardeschi

IL PIRANESI PRIX DE ROME ALLA CARRIERA 2019 ALL’ARCHITETTO ITALIANO FRANCESCO VENEZIA

Il Comitato Scientifico del Piranesi Prix de Rome, in collaborazione con l’Ordine degli Architetti Paesaggisti, Pianificatori e Conservatori di Roma e provincia/Casa dell’Architettura e con il Polo Territoriale di Mantova del Politecnico di Milano hanno indicato Francesco Venezia per l’assegnazione del Piranesi Prix de Rome alla Carriera.

L’architetto napoletano ritirerà il prestigioso riconoscimento all’alta formazione classica in architettura, Venerdì 15 Marzo 2019 alla Casa dell’Architettura – Acquario Romano di Roma, dove offrirà una Lectio Magistralis nella quale ripercorrerà i momenti salienti della sua carriera professionale, cominciata nel 1971. La Lectio sarà anticipata da una prolusione tenuta dal Professor Francesco Dal Co, direttore della rivista di internazionale di architettura Casabella.

Lo annunciano congiuntamente il Presidente dell’Accademia Adrianea, Prof Pier Federico Caliari, il Presidente dell’Ordine degli Architetti PPC di Roma e provincia, Flavio Mangione, il Direttore del Piranesi Prix de Rome, Luca Basso Peressut, Federico Bucci, Pro Rettore del Polo Territoriale di Mantova del Politecnico di Milano, il Presidente della Commissione Cultura Casa dell’Architettura Prof. Luca Ribichini dopo ampio dibattito sulle candidature – avviato già dal mese di luglio scorso – con gli altri membri del Comitato Scientifico, i professori Emilio Faroldi, Livio Sacchi, Luigi Spinelli e Romolo Martemucci.

Dopo la laurea in Architettura conseguita nel 1970 presso l’Università di Napoli, Francesco Venezia, classe 1944, ha aperto il suo studio professionale nel 1971, svolgendo contemporaneamente attività di ricerca presso l’Istituto di Progettazione Architettonica della Facoltà di Architettura Federico II di Napoli.

Professore ordinario di composizione architettonica dal 1986 e Accademico di San Luca dal 1998, ha svolto la sua attività di docenza presso la Facoltà di Architettura di Genova, l’Istituto Universitario di Architettura di Venezia, la Sommerakademie di Berlino, il Politecnico Federale di Losanna, l’Università Harvard di Cambridge e l’Accademia di Architettura di Mendrisio, in parallelo con una intensa attività professionale e teorico editoriale.

Nel 2015 gli viene conferita la medaglia d’oro alla carriera dalla Triennale di Milano, Istituzione presso la quale aveva nel 1987 ricevuto l’incarico di rappresentare Napoli per la mostra “Le città immaginate. Un viaggio in Italia. Nove progetti per nove città”.

Assieme ai progetti di architettura, sviluppati anche in importanti contesti concorsuali, Francesco Venezia ha realizzato diverse opere e installazioni a carettare temporaneo, considerati esempi di eccellenza nel quadro disciplinare della progettazione di mostre e sistemazioni museali. Tra le sue opere più importanti: Piazza Marginale-Lancelotti a Lauro (19741976), Palazzo Di Lorenzo a Gibellina (19811987), Piccolo giardino a Gibellina (19841987), Biblioteca Universitaria e Polo Universitario Giuridico ed Economico ad Amiens (19931997), Laboratorio prove materiali dello IUAV a Mestre (19952002), Allestimento della mostra “Gli Etruschi” presso Palazzo GrassiVenezia (2000), Spazi Ipogei nel Duomo di Caserta (2011-2014), Allestimento della mostra “Pompei e l’Europa. 1748-1943” presso il Salone della Meridiana del Museo Archeologico Nazionale di Napoli e presso l’Anfiteatro degli Scavi Archeologici di Pompei (2015), Allestimento mostra “Mito e Natura” presso il Palazzo Reale di Milano (2015), Padiglione espositivo per il progetto “Arch and Art” presso il parco della Triennale di Milano (2016), Allestimento mostra “Pompei e L’Egitto” presso la Palestra Grande degli Scavi Archeologici di Pompei (2016).

Il suo pensiero e i suoi lavori sono descritti in numerose pubblicazioni tra le quali: La Torre d’Ombre o l’architettura delle apparenze reali (1978); Scritti brevi (1990); Francesco Venezia: le idee e le occasioni (2006); Francesco Venezia: che cosa è l’Architettura (2011)

Il nome e l’opera del maestro italiano costituiscono un nuovo importante capitolo nella storia del Piranesi Prix de Rome, che va ulteriormente ad arricchire un albo d’oro di altissimo profilo costellato da figure che hanno fatto dell’architettura contemporanea, il campo di applicazione privilegiato per una continua ricerca sull’essenza stessa dell’architettura e sui valori permanenti del classico nel complesso divenire e mutamento della realtà, da Rafael Moneo a David Chipperfield, da Peter Eisenman a Bernard Tschumi, da Yoshio Taniguchi a Eduardo Souto de Moura e Alberto Campo Baeza.

PROGRAMMA

Ore 15.30
Registrazione CHECK IN dei partecipanti

Ore 16.00
Saluti
Flavio MANGIONE
Presidente dell’Ordine degli Architetti di Roma
Luca MONTUORI
Assessore all’Urbanistica – Roma Capitale
Luca RIBICHINI
Presidente della Commissione Cultura
Casa dell’Architettura
Romolo MARTEMUCCI
Presidente emerito Accademia Adrianea
Federico BUCCI
Prorettore del Polo Territoriale di Mantova
Politecnico di Milano

Ore 16:30
Presentazione
L’albo d’oro del Piranesi Prix de Rome
Pier Federico CALIARI
Presidente Accademia Adrianea

Ore 16:45
Prolusione
Francesco DAL CO

Ore 17:15
Cerimonia di consegna del
Piranesi Prix de Rome alla carriera

Ore 17:30
Lectio Magistralis di
Frarncesco VENEZIA

Ore 18:30
Dibattito e conclusioni

Ore 18.50
Registrazione CHECK OUT dei partecipanti

PRESS KIT