IL PIRANESI PRIX DE ROME ALLA CARRIERA 2018 ALL’ARCHITETTO SPAGNOLO ALBERTO CAMPO BAEZA

COMUNICATO STAMPA

Il Comitato Scientifico del Piranesi Prix de Rome, in collaborazione con L’Ordine degli Architetti Paesaggisti, Pianificatori e Conservatori di Romae provincia e con il Polo Territoriale di Mantova del Politecnico di Milano hanno indicato Alberto Campo Baeza per l’assegnazione del Piranesi Prix de Rome alla Carriera 2018. L’architetto spagnolo ritirerà il prestigioso riconoscimento all’alta cultura classica in architettura, venerdì 16 Marzo 2018 alla Casa dell’Architettura – Acquario Romano di Roma, dove offrirà una lectio magistralis nella quale parlerà di un’architettura antica che è stata una presenza costante nella sua riflessione progettuale, del Pantheon, e ripercorrerà, a latere, i momenti salienti della sua carriera professionale, cominciata nel 1980.
Lo annunciano congiuntamente il Presidente dell’Accademia Adrianea, Prof Pier Federico Caliari, il Direttore del Piranesi Prix de Rome, Luca Basso Peressut e Federico Bucci, Pro Rettore del Polo Territoriale di Mantova del Politecnico di Milano, dopo ampio dibattito sulle candidature – avviato già dal mese di giugno scorso – con gli altri membri del Comitato Scientifico, i professori Livio Sacchi del Consiglio Nazionale degli Architetti PPC, Luigi Spinelli e Barbara Bogoni del Polo Territoriale di Mantova e Romolo Martemucci, presidente Emerito dell’Accademia Adrianea. Alberto Campo Baeza è nato nel 1946 a Valladolid, dove suo nonno era architetto, quando compie due anni si trasferisce a Cadice.
È professore Ordinario di Progettazione nella Scuola di Architettura della Politecnica di Madrid, ETSAM, nella quale è stato professore per più di 35 anni. È stato professore nella ETH di Zurigo, e nella EPFL di Losanna, nell’Università della Pennsylvania a Filadelfia, la Bauhaus di Weimar, nella Kansas State University, nella CUA University di Washington e, nel 2016, nell’Ecole d’Architecture a Tournai, Belgio. Più recentemente ha insegnato nell’Università di Buffalo, dove è stato nominato Clarkson Visiting Chair in Architecture del 2017.
Ha tenuto conferenze in tutto il mondo e ha ricevuto premi come il Torroja, per la Caja Granada, o il Premio all’Eccellenza Docente dell’Università Politecnica di Madrid. Nel 2013 ha ricevuto l’Heinrich Tessenow Gold Medal della Tessenow Society, Amburgo, l’Arnold W. Brunner Memorial Prize della American Academy of Arts and Letters, e l’International Award Architecture in Stone a Verona e la Royal Instutute of British Architects (RIBA) International Fellowship 2014. Sempre nel 2014 è stato nominato Accademico della Sezione di Architettura della Reale Academia di Belle Arti di San Fernando in Spagna. Nel 2015 è stato premiato con il BigMat Awards, a Berlino e con il Premio di Architettura Spagnola Internazionale (PAEI 2015).
Le sue opere hanno avuto un ampio riconoscimento. Dalla casa Turegano o la De Blas, entrambe a Madrid, fino alle case Gaspar, Asencio y Guerrero, a Cadice. La Caja Granada e il Museo MA, entrambi a Granada. La piazza Entre Catedrales a Cadice e le case Moliner, a Saragozza, e la Rufo, a Toledo. La casa Olnick Spanu a New York e l’Asilo per Benetton a Treviso. Nel 2012 termina un edificio per uffici a Zamora, nel 2014 la Casa dell’Infinito, a Cadice, e nel 2015 la Casa Cala a Madrid. Lo stesso anno vince il Primo Premio Ex Aequo per il Centro di Conservazione per il Museo del Louvre, a Lievin, Francia. Nel 2017 termina il Centro Polisportivo dell’Università Francisco de Vitoria.
Sono state pubblicate più di 30 edizioni del suo libro di testo “L’idea Costruita” in diverse lingue. Nel 2009 è stata editata una seconda collezione di testi “Pensare con le Mani”, nel 2012 “Principia Architectonica”, e nel 2014 “Poetica Architettonica”. Nel 2015 il suo libro “L’idea Costruita” è stato rieditato in inglese e cinese, e l’editrice Los libros de la Catarata ha pubblicato “Quiero ser Arquitecto”. La sua opera completa è stata raccolta nel libro editato da Thames & Hudson. Nel 2016 i suoi ultimi testi sono stati pubblicati con titolo “Varia Architectonica” e nel 2017 è stato editato “Teaching to teach”. Crede nell’architettura come idea costruita. E crede che i principali componenti dell’Architettura sono: la Gravità, che costruisce lo spazio, e la Luce, che costruisce il tempo.
Ha esposto i suoi progetti al Crown Hall di Mies nella IIT de Chicago, e nella Basilica di Palladio, a Vicenza. Nell’Urban Center di New York e nella chiesa di Sant’Irene a Istambul. A San Pietro in Montorio a Roma, nella prestigiosa Toto MA Gallery, a Tokyo e nel MAXXI di Roma. Recentemente nella American Academy of Arts and Letter di New York e nella Fondazione Pibamarmi a Vicenza. Nel 2016 nella Oris House of Architecture a Zagabria. Nel 2017 nella Università di Architettura di Buffalo.
Il nome e l’opera del maestro spagnolo costituiscono un nuovo importante capitolo nella storia del Piranesi Prix de Rome, che va ulteriormente ad arricchire un albo d’oro di altissimo profilo costellato da figure che hanno fatto dell’architettura contemporanea, il campo di applicazione privilegiato per una continua ricerca sull’essenza stessa dell’architettura e sui valori permanenti del classico nel complesso divenire e mutamento della realtà. Il Piranesi Prix de Rome alla Carriera è stato infatti assegnato a Rafael Moneo (2010), Guido Canali (2011), David Chipperfield (2012), Peter Eisenman (2013), Josè Ignacio Linazasoro (2014), Bernard Tschumi (2015), Yoshio Taniguchi (2016) ed Eduardo Souto de Moura (2017).

PROGRAMMA

Ore 15.30
Registrazione CHECK IN dei partecipanti

Ore 16.00
Saluti
Flavio MANGIONE
Presidente dell’ordine degli Architetti di Roma
Luca MONTUORI
Assessorato all’Urbanistica Roma Capitale
Luca RIBICHINI
Sapienza Università di Roma
Romolo MARTEMUCCI
Presidente emerito Accademia Adrianea
Federico BUCCI
Pro Rettore del Polo Territoriale di Mantova
Politecnico di Milano

Ore 16:30
Presentazione
L’albo d’oro del Piranesi Prix de Rome
Pier Federico CALIARI
Presidente Accademia Adrianea

Ore 16:45
Prolusione
Emilio FAROLDI
Polo Territoriale di Mantova – Politecnico di Milano

Ore 17:15
Cerimonia di consegna del
Piranesi Prix de Rome alla carriera

Ore 17:30
Lectio Magistralis di
Alberto CAMPO BAEZA

Ore 18:30
Dibattito e conclusioni

Ore 18.50
Registrazione CHECK OUT dei partecipanti

 

Per cartella stampa

www.premiopiranesi.net